Canone RAI: esenti gli anziani a basso reddito

Canone RAI: esenti gli anziani a basso reddito nella Legge di bilancio 2020
Buone notizie dalla Legge di bilancio 2020. I commi commi 355 e 356 dell'articolo 1 della finanziaria 2020, innalzano, a regime, a € 8.000 annui la soglia reddituale prevista ai fini dell’esenzione dal pagamento del canone di abbonamento alle radioaudizioni in favore di soggetti di età pari o superiore a 75 anni.

In particolare, le norme stabiliscono che, dal 2020, la soglia di reddito complessivo proprio e del coniuge prevista per l’esenzione del pagamento del canone di abbonamento alle radioaudizioni (esclusivamente per l'apparecchio televisivo ubicato nel luogo di residenza stabilito) per i soggetti di età pari o superiore a 75 anni, è fissata a € 8.000 annui.
Attenzione va prestata al fatto che, con riferimento al già previsto requisito di non avere conviventi, specifica che esso è riferito alla convivenza con altri soggetti titolari di un reddito proprio, fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti.
Resta fermo che per l’abuso è irrogata una sanzione amministrativa, in aggiunta al canone dovuto e agli interessi di mora, di importo compreso tra € 500 ed € 2.000 per ciascuna annualità evasa.


© 2020 Belletti Gianfranco Author. All Rights Reserved.